Le certificazioni Cambridge, qualifiche Cambridge Assessment English, sono tra le più diffuse e riconosciute. Sia per gli studenti delle superiori che per quelli universitari e per i lavoratori, le certificazioni Cambridge sono un must. Un investimento fruttuoso per un futuro di successo sia nel mondo accademico che professionale. Utili a certificare competenze linguistiche e professionali generali o in specifici settoritali riconoscimenti hanno tantissime funzioni. Oltre a certificare le competenze linguistiche, danno diritto ad alcuni crediti formativi scolastici ed universitari senza avere una scadenza formale. Tutte le certificazioni Cambridge sono tarate intorno al QCER :Quadro Comune Europeo di Riferimento. Standard internazionale di definizione della conoscenza linguistica.
Vediamo la struttura
di un esame tipo e come vengono riconosciuti gli attestati ottenuti.

Certificazione Cambridge: moduli principali

Sebbene le certificazioni Cambridge prevedono alcune fasi e strutture specifiche, i must di ogni esame sono:

Modulo SPEAKING: si tratta di una conversazione con l’esaminatore; inizia con una breve presentazione del candidato che poi dovrà discutere di fatti ben precisi seguendo alcune task fornite dall’esaminatore.
Modulo LISTENING: verrano fornite tracce audio per aiutarci a completare un testo proposto con le parole mancanti o rispondere a domande a scelta multipla
Modulo WRITING: la richiesta è quella di scrivere due testi, questi possono variare da lettera, a report, review o essay. Un piccolo suggerimento: non scrivere parole o frasi per le quali sei insicuro. Meglio risultare semplici che commettere errori di grammatica.
Modulo READING AND USE OF ENGLISH: il candidato verrà sottoposto ad alcune domande a scelta multipla ed eseguirai alcuni esercizi di completamento. Il tutto  basato su di un testo letto in precedenza.

Certificazioni Cambridge: riconoscimenti

Le certificazioni Cambridge sono riconosciute ufficialmente dal MIUR. Proprio per questo motivo migliaia di studenti decidono di ottenerle ogni anno. Inoltre, sono rilasciate dalle più prestigiose università britanniche. Frequentare la scuola superiore ed ottenere un credito formativo, grazie agli esami Cambridge da spendere a fine anno è un vantaggio di tutto rispettoSe invece si frequenta l’ultimo anno, quindi prossimo agli studi universitari, è ancora più  utile ottenere una certificazione di almeno livello B2. Difatti, praticamente tutte le università pubbliche e tantissime di quelle private, riconoscono le certificazioni Cambridge di livello avanzato. In tal modo, lo studente in possesso sarà esonerato dall’esame di lingua inglese ed otterrà automaticamente i crediti formativi corrispondenti.

Leave a comment